Home SPORT Hockey Lna / Folle finale: vincono le ticinesi, Zsc Lions al “play-out”

Hockey Lna / Folle finale: vincono le ticinesi, Zsc Lions al “play-out”

Quadro definito: Ambrì (4-3 sui RapperswilJona Lakers) al quinto posto pur a pari punti con il BielBienne quarto, Lugano (4-2 sul Berna) in settimo rango pur a pari punti con gli Scl Tigers sesti. ServetteGinevra vincitore dell’“O dentro o fuori” sugli uomini di Arno Del Curto.

Memorabile era già da sabato ed ancor più memorabile è da stasera la stagione 2018-2019 dell’hockey di Lega nazionale A: l’altr’ieri, perché ben sorpresi e chiamati noi tutti a celebrare l’ingresso delle ticinesi, a braccetto, nel “play-off” per il titolo; oggi, perché ordinariamente attoniti noi medesimi nell’apprendere che insieme con RapperswilJona Lakers, Davos e FriborgoGottéron finiscono al “play-out” gli Zsc Lions, che a metà gennaio – quand’erano sesti – persero per siluramento il tecnico Serge Aubin a favore di Arno Del Curto neodimissionario dal Davos (nella foto, la funerea “homepage” del sito InterNet degli Zsc Lions). Gioia, gaudio e tripudio, invece, a Ginevra, dove il Servette è riuscito a completare una rimonta da considerarsi possibile solo ora che essa ha avuto luogo; decisivo il 3-2 di Tim Bozon al 42.36 dello scontro diretto, da “harakiri” l’ultimo giro di lancette in casa Zsc Lions (fuori il portiere Niklas Schlegel, sull’ultimo assalto un uomo di troppo in pista e la conseguente penalità subita a 32 secondi dalla sirena).

Così detto dell’ultimo posto disponibile, interessanti ma non forse riusciti a tutti gli esperimenti di strategia per puntare a questo o a quel piazzamento. Tanto per iniziare, quattro le squadre inchiodate nello spazio di una lunghezza fra quota 79 e quota 78, con due pari merito che tuttavia spediscono AmbrìPiotta e Lugano in rispettivo subordine a BielBienne e Scl Tigers; non l’unica curiosità, giacché da marginali notazioni statistiche rilevasi il fatto che è dentro una sola squadra con saldo negativo tra goal realizzati e goal subiti (137 contro 150) mentre si trovava già eliminato dal turno scorso il FriborgoGottéron, capace di chiudere sulla parità (125-125); del resto, un “record” pari (25 vittorie contro 25 sconfitte) è valso la qualificazione al ServetteGinevra ma non a Zsc Lione e FriborgoGottéron. Nel mezzo dei calcoli che qualcuno ha di sicuro fatto sino almeno all’ultimo tè, lodevole ancorché da prova offensiva alquanto scialba – 17 tiri in tutto… – è il 4-2 del Lugano sul Berna anche perché i bianconeri chiudono con il primato per numero di reti messe a segno (160; scavalcato lo Zugo che si ferma a 159); nove secondi soltanto per l’1-0 di Alessio Bertaggia, raddoppio in “shorthanded” con Jani Lajunen (25.25), indi gioia del primo goal in Lega nazionale A per Aurélien Marti nelle disponibilità degli “Orsi” dal contratto condiviso con il Langenthal della cadetteria; distanze ristabilite da Giovanni Morini (33.55; 14.a rete personale per il comasco), giusto il tempo di una discussioncella tra Maxim Lapierre e Jan Mursak, 3-2 di Simon Moser (58.25), a porta vuota il 4-2 di Raffaele Sannitz (59.43).

Anche qualche momento di svagatezza nel 4-3 dell’AmbrìPiotta sui RapperswilJona Lakers: biancoblù sul 2-0 fra il 10.19 (Dominik Kubalik, rete numero 25 e titolo di miglior marcatore in saccoccia con 57 punti) e l’11.43 (Matt D’Agostini; se è stata la sua ultima partita in una stagione regolare con l’Ambrì, chapeau per l’abnegazione e per la professionalità anche in un incontro che non valeva più molto); svista sullo “shorthanded” di Dion Knelsen al 14.09, stupido pasticcio sul 2-2 di Casey Wellman al 26.23 ossia a distanza di soli cinque secondi da un’interruzione di gioco per penalità sul conto di Marco Mûller; da Dominic Zwerger (17.o goal personale più 25 assist in occasione dell’1-0) lo “shorthanded” del 37.14, infine botta-e-risposta tra Diego Kostner (46.36) e Corsin Casutt (48.20).

I risultati – AmbrìPiotta-RapperswilJona Lakers 4-3; Davos-BielBienne 4-1; ServetteGinevra-Zsc Lions 3-2; Scl Tigers-Losanna 3-4; Lugano-Berna 4-2; Zugo-FriborgoGottéron 2-3 (ai rigori).

La classifica finale: 1) Berna 101 punti; 2) Zugo 97; 3) Losanna 82; 4) BielBienne 79; 5) AmbrìPiotta 79; 6) Scl Tigers 78; 7) Lugano 78; 8) ServetteGinevra 75; 9) Zsc Lions 74; 10) FriborgoGottéron 74; 11) Davos 51; 12) RapperswilJona Lakers 32.