Home CRONACA Controesodo post-pasquale, di sana pazienza si armi l’amico vetturale

Controesodo post-pasquale, di sana pazienza si armi l’amico vetturale

19
0

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 21.39) Suggerimento di messaggio promopubblicitario agli amici di “TicinoTurismo”: la misura di quanto valga ai giorni nostri un “week-end” in Ticino è data dal tempo che un vetturale con famiglia è disposto a sacrificare in colonna lungo la via del ritorno. In tal senso, possiamo già esaltarci e gloriarci: dopo il prodigio dei 22 chilometri in calata sul portale nord qualche giorno fa lungo la A2, con picco di ingressi a partire dallo svincolo per Buochs, oggi si è viaggiato e si continua a viaggiare maluccio nella direzione opposta. Stato dell’arte: sulla A2, al momento, coda per nove chilometri (erano 11 alle ore 20.30, il massimo sui 15 chilometri nel tardo pomeriggio) e con tempi di transito nell’ordine di 100 buoni minuti fra punto estremo e portale sud della galleria del San Gottardo; chiuso lo svincolo di Airolo in immissione verso nord, chiuso anche quello di Faido fatta eccezione per i residenti in zona (e bisogna dimostrarlo, a richiesta, documenti alla mano). Raccomandata l’opzione via A13 cioè dall’intersezione di Bellinzona-nord direzione San Bernardino; non trascurabile tuttavia la mezz’ora buona che si impone sul passaggio dall’uscita per Lostallo a quella di Mesocco-sud, tra l’altro con riflessi di pari serietà sulla Cantonale. In immagine, uno scorcio a Faido intorno all’ora di cena.

Previous articleTra Maggia e Melezza, in mostra a Locarno la “land art” di Michel Kehl
Next articleSeltisberg (Kanton Basel-Landschaft): Schafe unternehmen Osterausflug