Home CONFINE Como, clandestino già espulso bivaccava in città: rimpatrio forzato

Como, clandestino già espulso bivaccava in città: rimpatrio forzato

36
0

Si trova già al “Centro rimpatri” di Gradisca d’Isonzo, in provincia di Gorizia, il sedicente 22enne tunisino che ieri mattina gli agenti di una pattuglia della Polizia di Stato avevano individuato in un bivacco attrezzato alla bell’e meglio nel territorio comunale di Como, zona Quarto Ponte, in compagnia di una donna risultata poi essere sua connazionale, 21 anni, regolare per presenza in Italia, in attesa di un figlio e come tale già in fase di assegnazione ad una struttura di accoglienza. In assenza di documenti, l’uomo è stato trasferito alla sede della Questura di Como e qui identificato come destinatario di provvedimento di espulsione cui il sedicente 22enne, a parte la conclamata condizione di clandestinità, non aveva ottemperato. Da qui l’accompagnamento sino alla zona di confine est e la prenotazione del volo di sola andata, o – e per meglio dire – di solo ritorno, verso la Tunisia.