Home CULTURA Chiasso, al “Max museo” approda il Marcello Dudovich fotografo

Chiasso, al “Max museo” approda il Marcello Dudovich fotografo

Difficile il mettersi alle spalle senza rammarico una mostra quale è stata (ed ormai fu) quella su Franco Grignani. Ancor più difficile il trovare un’espressione di pari o di superiore livello; sembrano tuttavia esserci riusciti, al “Max museo” di Chiasso (via Dante Alighieri 6), individuando in Marcello Dudovich la figura-perno per un’indagine sulla fotografia nell’opera complessiva dell’artista triestino dalle ascendenze dalmate, personaggio cui dobbiamo un’ampia fetta della cultura cartellonistica e, di sicuro, il rifiuto della comoda etichetta di “designer”. Nel contesto della “Biennale dell’immagine”, dunque, da domenica 29 settembre a domenica 16 febbraio 2020 oltre 300 le opere che saranno racchiuse nel contenitore di “Marcello Dudovich (1878-1962), fotografia fra arte e passione”; Nicoletta Ossanna Cavadini e Roberto Curci i curatori, collaborazione con il “Museo storico” del castello di Miramare a Trieste; presentazione (ad inviti) fissata per giovedì 26 settembre. In immagine, Marcello Dudovich.