Home CRONACA Stasi nelle cifre ticinesi, il Covid-19 ancora è un “tunnel” buio

Stasi nelle cifre ticinesi, il Covid-19 ancora è un “tunnel” buio

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 14.33) Attenuazione lievissima, e sempre da relativizzarsi all’effettiva coincidenza giornaliera tra i flussi di dati, quella che il Ticino offre sull’arco delle ultime 24 ore sul versante della lotta al “Coronavirus”. Misura della tragedia che si perpetua sono le altre cinque vittime associate alla pandemia da Covid-19, per un totale di 836 decessi di cui 350 nella prima fase (marzo-fine primavera) e 486 nella seconda ondata (fine estate-oggi); 168 i nuovi contagi rilevati, alla media di sette ogni ora, ed il computo si situa ora a 25’188 unità (3’531 e 21’657 nei due periodi, di fatto 14 ed 86 per cento rispettivamente nella ripartizione, proporzione un settimo e sei settimi). 22 i nuovi ricoveri, 29 le dimissioni da strutture nosocomiali, 355 pertanto le persone degenti in ospedali; sempre allarmante il numero (48) dei pazienti in reparti di terapia intensiva. Scende al 16 per cento, a riscontro dell’altr’ieri, la quota dei tamponi rivelatisi positivi sul totale di quelli effettuati e sottoposti a verifica in laboratorio (994 i “test”); in entrambi i casi su valori aggiornati a ieri, 1’403 (meno 32 rispetto alle 24 ore precednti) le persone in isolamento, 2’134 (più 69) quelle cui è stata imposta la quarantena.