Home CRONACA Ragazza morta in albergo a Muralto, resta in carcere il compagno

Ragazza morta in albergo a Muralto, resta in carcere il compagno

Su decisione del giudice dei provvedimenti coercitivi, prorogata oggi la carcerazione preventiva del 29enne sul quale gravano contestazioni quali assassinio, omicidio intenzionale (in subordine, omicidio colposo) ed appropriazione indebita con riferimento alla morte di una 22enne cittadina inglese a Muralto. Il cadavere della giovane, come si ricorderà, fu trovato in una stanza al quinto piano dell’“Hôtel La Palma au lac” di Muralto intorno alle ore 7.00 di martedì 9 aprile, e nello stesso giorno il 29enne – residente nel Canton Zurigo, e compagno della 22enne assieme alla quale era giunto in Ticino da breve tempo – venne fermato da agenti della Polcantonale su indicazione del ministero pubblico. Solo nelle ultime settimane, con il procedere delle indagini nel cui contesto sono stati effettuati vari sopralluoghi, si era fatta strada l’ipotesi di un movente economico; da qui l’integrazione dell’appropriazione indebita ai reati ascritti, presumendosi l’utilizzo non autorizzato della carta di credito della ragazza da parte dell’uomo. L’inchiesta è nelle mani della procuratrice pubblica Petra Canonica Alexakis.