Home CRONACA Quarantene a scuola, quattro sedi uguale quattro confinamenti in più

Quarantene a scuola, quattro sedi uguale quattro confinamenti in più

Passa da seria a grave la situazione per quanto riguarda la presenza del “Coronavirus” nel sistema scolastico ticinese e, di conseguenza, per il numero delle classi poste sotto regime di quarantena: solo oggi quattro interdizioni in più e ad ampio spettro sia orizzontale (tipologia degli istituti) sia verticale (ovvero in senso geografico). Nell’ordine: Mendrisio, “Centro professionale tecnico” area “Scuola professionale artigianale-industriale”, una classe (sino a domenica 21 marzo); Maggia, scuola elementare della Bassa ValleMaggia, una classe (sino a giovedì 25 marzo); Lugano, “Centro scolastico industrie artistiche”, una classe (sino a giovedì 25 marzo); Gravesano, scuola media, una classe (sino a venerdì 26 marzo). Nessuna uscita dall’elenco, ergo altri 15 casi sotto blocco forzoso: Cevio, scuola media, una classe (sino ad oggi, giovedì 18 marzo); Bellinzona quartiere Monte Carasso, scuola dell’infanzia, una classe (sino ad oggi, giovedì 18 marzo); Bellinzona quartiere Monte Carasso, scuola elementare, tre classi (sino ad oggi, giovedì 18 marzo); Paradiso, scuola elementare, due classi (sino ad oggi, giovedì 18 marzo); Savosa, Liceo cantonale Lugano-2, una classe (sino a domani, venerdì 19 marzo); Faido, scuola elementare, tre classi (una sino a domani, venerdì 19 marzo, e due sino a sabato 20 marzo); Lugano, Liceo cantonale Lugano-1, una classe (sino a domenica 21 marzo); Cadenazzo, scuola elementare, una classe (sino a domenica 21 marzo); Maggia frazione Aurigeno località Ronchini, scuola elementare della Bassa ValleMaggia, una classe (sino a lunedì 22 marzo); Bellinzona, “Scuola cantonale di commercio”, una classe (sino a lunedì 22 marzo); Lugano quartiere Breganzona, scuola media, una classe (sino a lunedì 22 marzo).

Articolo precedenteLugano-Savosa: incendio al “Parco Vira”, sospetti di possibile dolo
Articolo successivoRogo al “White” di Lugano, sospetto dolo a scopo di truffa: tre arresti