Home CULTURA Mostra sulla grafica storica, nuova linfa al “Max museo” di Chiasso

Mostra sulla grafica storica, nuova linfa al “Max museo” di Chiasso

È caratteristica dei grandi eventi espositivi l’arricchirsi di materiali in corso d’opera; apprezzabile, dunque, l’arrivo di alcuni prestiti dal “Museo archeologico nazionale-Mann” di Napoli, già la prossima settimana, al “Max museo” di Chiasso (via Dante Alighieri 6) quale contributo alla mostra “La reinterpretazione del classico: dal rilievo alla veduta romantica nella grafica storica”. Come indicano i promotori della mostra, ciascuno fra i pezzi sarà “elemento catalizzatore in grado di attirare l’attenzione sul tema conduttore”. In ragione dell’allestimento in essere, necessario cambiamento di programma: lunedì 19 aprile apertura (ore 10.00-12.00 e 14.00-18.00), martedì chiusura. Per ragioni di uniformità, ed anche nel rispetto di quanti intendano staccare il biglietto cumulativo, identica modifica – sulla fascia dalle ore 14.00 alle ore 18.00 – per l’accesso alla mostra “Manlio Monti, attività grafica e la sua genesi” in corso allo “Spazio officina” (via Dante Alighieri 4). Confermato il calendario dei laboratori didattici: mercoledì 21 aprile, dalle ore 9.30 alle ore 11.00 e per le sole scuole, “Incontro con l’artista” (incisione e stampa con il torchio); sabato 24 aprile, dalle ore 15.00 alle ore 17.00, “Incidere ad arte”. Ed ancora, domenica 25 aprile, sotto egida dell’associazione “Amici del Max museo”, visita guidata (inizio ore 10.30) alla nuova sede della biblioteca dell’“Accademia di architettura-Usi” in Mendrisio; conduttrice della giornata di approfondimento sarà Angela Windholz, responsabile della biblioteca stessa.