Home CRONACA Da Italia e Romania per rapinare i… “Selecta”: delinquenti nella rete

Da Italia e Romania per rapinare i… “Selecta”: delinquenti nella rete

0

Quanto può rendere l’assalto “armato” (lame, piedi di porco, leve, altri strumenti per scassinare) ai distributori automatici di prodotti nelle stazioni ferroviarie tipo “Selecta”? Così, senza particolari sforzi: sui 600-700 franchi il colpo, per un lavoro che magari dura cinque minuti o anche meno, arrivo e ripartenza compresi. Ce lo indica, tra le righe, una nota-stampa diffusa stamane dai vertici della Polcantonale e nella quale vien data contezza dell’avvenuto arresto di due delinquentelli di mezza tacca )non per questo meno pericolosi) oltre che ordinari prodotti di non richiesta importazione: trattasi di un rumeno 40enne con residenza in Romania e di un 30enne rumeno con residenza in Italia, il secondo ad ospitare il primo e poi entrambi alla ricerca di facili bottini una volta varcata la frontiera. Otto almeno le imprese condotte “manu militari”, 5’000 franchi il provento; tracce tuttavia lasciate, ed in ultimo la rete si chiuse sui due tizi. Manette, accertamenti in corso circa eventuali responsabilità in altri fatti dello stesso genere sia in Ticino sia a nord del San Gottardo, furto aggravato l’addebito. “Dossier” nelle mani della procuratrice pubblica Chiara Buzzi.

Previous articleHockey / Amichevoli: Lugano maluccio, Ambrì comodo sui Rockets
Next articleTiro sportivo / Pistola libera in appoggio sui 50 metri, Ticino d’argento a Thun