Home ECONOMIA Nuova crisi sui dazi, Borse giù, Zurigo cede ma senza schianti

Nuova crisi sui dazi, Borse giù, Zurigo cede ma senza schianti

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 20.51) L’inatteso annuncio dell’apertura di un nuovo fronte in materia di dazi sull’acciaio da parte dell’Amministrazione federale a Washington quale dominante nella giornata borsistica, finita sotto marcato segno negativo su quasi tutte le piazze (e quadra così: nel caso tale annuncio fosse stato atteso, minime o pari a zero sarebbero state le ripercussioni, in quanto già scontate dagli operatori). Non ha fatto eccezione, pur difendendosi con perdita limitata all’1.38 per cento su quota 10’348.44 punti, lo “Swiss market index” a Zurigo, dove all’avvio era stato invero spuntato un nuovo massimo storico a 10’551.51 punti; intero listino alla cifra rossa, quasi in salvo “Swiss life holding Ag” e “LafargeHolcim limited” (meno 0.34 e meno 0.47 per cento), sul fronte opposto il tonfo del valore “The Swatch group Ag” (meno 2.89 per cento, unico titolo effettivamente crivellato). Dalle altre piazze primarie in Europa: Dax-30 a Francoforte, meno 2.05; Ftse-Mib a Milano, meno 2.28; Ftse-100 a Londra, meno 0.82. Più contenute, ed al momento fra lo 0.58 e lo 0.92 per cento, le flessioni a New York. In discesa a 109.8 centesimi di franco il cambio per un euro.