Home ECONOMIA Timori da Fed e relazioni Usa-Cina: sottotono la Borsa a Zurigo

Timori da Fed e relazioni Usa-Cina: sottotono la Borsa a Zurigo

575
0

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 18.28) Con l’eccezione di “Roche holding Ag” e di “Lonza group Ag” (più 0.55 e più 0.80 per cento rispettivamente), listino primario della Borsa di Zurigo oggi in viaggio costante nel rosso appena appena stemperato da alcuni valori in limatura (“Holcim limited”, meno 0.07; “Swiss life holding Ag”, meno 0.18) ma anche con flessioni di un certo calibro (in perdita di oltre due figure sia “Logitech Sa” sia “Geberit Ag”). Lo “Swiss market index”, che al pari delle altre sedi primarie in Europa ha sofferto per l’incertezza sulla lettura delle prossime mosse in àmbito “Federal reserve” oltre che per le crescenti tensioni sull’asse Pechino-Washington, si è situato infine ad 11’283.25 punti con perdita pari allo 0.58 per cento, con parziale recupero nel finale; pesante l’arretramento di “Credit Suisse group Ag” (meno 3.50 e ruolo da lanterna rossa). Allargato sullo stesso passo: si difende tuttavia assai bene “Zur Rose group Ag”, che spunta un progresso pari al 3.50 per cento stanti anche varie valutazioni positive tra gli operatori finanziari (un paio di “buy”, uno spostamento da “sell” a “neutral”; solo per gli analisti Ubs resta la sconcertante raccomandazione “sell” e con un “target” al 40 per cento dell’odierno prezzo di mercato).

Così sulle altre piazze: Dax-40 a Francoforte, meno 0.84; Ftse-Mib a Milano, più 0.27; Ftse-100 a Londra, meno 0.82; Cac-40 a Parigi, meno 1.34; Ibex-35 a Madrid, meno 0.72. New York sotto misura: Nasdaq, meno 0.70; S&P-500, meno 0.58; “Dow Jones”, meno 0.24. Cambi: 99.48 centesimi di franco per un euro, 92.78 centesimi di franco per un dollaro Usa; in rafforzamento il bitcoin, ora al controvalore teorico di 21’392 franchi per unità.