Home ECONOMIA “Swiss market index”: massimo storico sfiorato, poi il calo. Frena New York

“Swiss market index”: massimo storico sfiorato, poi il calo. Frena New York

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 18.54) Rifluito ad 11’209.84 punti (meno 0.47 per cento), dopo picco a quota 11’266.78 punti ossia a 3.22 punti dal massimo storico fatto registrare nel primo trimestre 2020, lo “Swiss market index” della Borsa di Zurigo in seduta da interpretarsi secondo valori reali: effettivamente sul fondo del listino i finanziari (“Credit Suisse group Ag”, meno 1.41 per cento; “Ubs group Ag”, meno 1.42), dovendosi stralciare la posizione di “Nestlé Sa” (meno 2.04) in coincidenza con la data di stacco del dividendo. “The Swatch group Ag” (più 1.29) al vertice del listino primario. Nell’allargato, qualche problema per “Relief therapeutics holding Ag”, in calo nella misura del 16.53 per cento dopo flessione superiore al 20 per cento in apertura, su notizie di tensioni con un’azienda-“partner” negli Stati Uniti; in secco ribasso anche “Tornos holding Ag” (meno 6.36), pur stante l’attestazione di buone prospettive sul semestrale. Dalle altre sedi di contrattazione: Dax-30 a Francoforte, meno 0.59 per cento; Ftse-Mib a Milano, meno 0.21; Ftse-100 a Londra, meno 0.28; Cac-40 a Parigi, più 0.15; Ibex-35 a Madrid, più 1.14. Stenta New York, con flessioni fra lo 0.53 e l’1.40 per cento sugli indici di riferimento. Sui 110.1 centesimi di franco il cambio per un euro; in deprezzamento il dollaro Usa, per il quale bastano ora 91.53 centesimi di franco. Brutale cedimento del bitcoin nel corso del fine-settimana ed ancora durante l’intera giornata, con ultima valutazione intorno ai 50’261 franchi svizzeri.