Home ECONOMIA “Swiss market index” frenato dai bancari. Europa male, a New York brilla...

“Swiss market index” frenato dai bancari. Europa male, a New York brilla il biotech

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 18.38) Lenta nel carburare, oggi, la Borsa di Zurigo a lungo incapace di completare il quadro delle quotazioni di seduta, poi in slancio sino a sfiorare un nuovo massimo storico sullo “Swiss market index” (picco a 12’622.91 punti, ore 10.18) e poi ancora in riflusso sino a chiudere sotto la linea (meno 0.07 per cento a 12’545.01 punti). “Logitech Sa” (più 4.30 per cento) capofila; “Lonza group Ag” (più 2.10) in buona evidenza; finanziari affossanti con perdite superiori al due per cento; “Compagnie financière Richemont Sa” (meno 2.48) sulla coda. Reazione di “Molecular holding Ag” (più 6.00) nell’allargato; punto interrogativo sull’andamento del titolo “Idorsia limited”, raccomandato da molti “broker” ma arrivato oggi a perdere il tre per cento circa prima del rientro verso la parità, ad ogni modo su linea discendente che è costata il 20.40 per cento nel volgere di un mese ed il 40 per cento circa da metà giugno 2021. Così sulle altre piazze: Dax-30 a Francoforte, meno 0.38 per cento; Ftse-Mib a Milano, meno 1.17; Ftse-100 a Londra, meno 0.45; Cac-40 a Parigi, meno 0.42; Ibex-35 a Madrid, meno 1.68. New York affascinata dal biotech (Nasdaq, più 0.72 per cento) ma incerta sul piano generale (“Dow Jones”, meno 0.45). Euro in franamento contro il franco svizzero, di cui bastano ora 104.85 centesimi per unità; 92.84 centesimo di franco per un dollaro Usa; scende a 53’888.28 franchi circa il controvalore teorico per un bitcoin.

Articolo precedenteLuino-Cadenazzo su rotaia, ennesimo guasto poi il ritorno alla normalità
Articolo successivoQuarantene di classe, “trend” in ascesa: 16 classi sotto blocco