Home CRONACA Sicurezza e progettualità, i futuri poliziotti in dialogo con le istituzioni

Sicurezza e progettualità, i futuri poliziotti in dialogo con le istituzioni

Il richiamo all’esigenza collettiva di sicurezza ed a comportamenti congrui da parte delle forze dell’ordine quale tema primario dell’incontro, avvenuto nei giorni scorsi a Palazzo delle Orsoline in Bellinzona (sala del Gran Consiglio), fra Norman Gobbi direttore del Dipartimento cantonale istituzioni ed i 50 aspiranti agenti della Scuola cantonale di polizia 2019. Una “presa di contatto” – così Norman Gobbi – nel cui contesto non è mancato l’accenno al recente decreto di abbandono del procedimento contro un effettivo della Polcantonale che due anni or sono, durante un intervento effettuato a Brissago, era stato costretto ad utilizzare l’arma d’ordinanza, conseguenza di ciò la morte di un richiedente l’asilo: “Gli agenti si trovano nella condizione di dover prendere decisioni molto importanti in un breve lasso di tempo. L’abbandono del procedimento mi conforta sul grado di preparazione cui gli agenti vengono sottoposti”. Fra gli altri argomenti, le priorità in vari àmbiti operativi, l’importanza della presenza femminile ed un primo consuntivo sul servizio in pattuglie miste tra Polcantonale e Polizia italiana di Stato. Nella foto, un momento dell’incontro; altre immagini sulla nostra pagina “Facebook”.