Home CRONACA Rotaia e strada fra Paradiso e Melide, soldi pronti per la sicurezza

Rotaia e strada fra Paradiso e Melide, soldi pronti per la sicurezza

Ammonta ad 1’136’500 franchi il sussidio cantonale, unito ai 10’228’500 franchi del sussidio federale in un intervento da complessivi 23’917’000 franchi Iva esclusa (la quota residua sarà in carico alle casse delle “Ferrovie federali svizzere”, da portarsi a contabilità per gli interventi di premunizione della linea Ffs tra Paradiso e Melide, con parziale interessamento dei Comuni di Lugano e di Melide, fra il chilometro 184.100 ed il chilometro 185.700, ai piedi del San Salvatore. Il progetto è stato attivato in seno alle Ffs in funzione del maggior transito prevedibile sulla tratta una volta che essa fungerà da raccordo con la sezione Bellinzona-Lugano e con la sezione Locarno-Lugano (entrambe potenziate grazie all’apertura della galleria di base “AlpTransit” al Ceneri); dall’intervento trarrà beneficio anche la sovrastante Cantonale, su cui in effetti incombe la parete rocciosa ad alto grado di inclinazione su sviluppo sino ad un dislivello di 400 metri e costituita in prevalenza da dolomie; sussiste pertanto il rischio di crolli analoghi a quello avvenuto a metà settembre 2015 proprio nella zona di progetto (distaccamento di una massa rocciosa pari a 50 metri cubici; sul sedime stradale piovvero un masso da due metri cubici e detriti appena più piccoli per altri otto metri cubici).

Gli elementi essenziali dell’intervento: nuove reti paramassi per 1’278 metri lineari, rinforzo delle reti esistenti per 505 metri lineari, costruzione di altri terrapieni di protezione per 319 metri lineari; saranno inoltre attivati sistemi di controllo, ad esempio la sorveglianza sull’apertura di fessure e rilevamenti sulla stabilità di lastre di roccia, punte e speroni, Previste anche opere (piantumazioni, rimboschimenti, azioni di lotta contro le specie neofite invasive) di carattere naturalistico e paesaggistico; saranno infine rasi al suolo ed eliminati alcuni manufatti in disuso, depositi di materiali e aree ruderali dismesse.