Home CRONACA “Radar”, addio estate e ciao autunno. Ma musica e testo non cambiano

“Radar”, addio estate e ciao autunno. Ma musica e testo non cambiano

0

Al congedo l’estate, all’approccio l’autunno, solita partitura e solita musica per quanto riguarda i controlli mobili della velocità sulle strade ticinesi. Nella settimana compresa tra lunedì 19 e domenica 25 settembre, infatti, sfuggirà all’occhio del “radar” il solo Distretto di ValleMaggia e con unica presenza (a Dongio) se la caverà il Distretto di Blenio; tre timbri ciascuno per Leventina (Bodio, Airolo e Rodi-Fiesso) e Riviera (Prosito, Lodrino e Biasca). Sopraceneri “cittadino” con marginale prevalenza dei bellinzonesi (Gorduno, Cadenazzo, Bellinzona, Camorino, Lumino, Sementina e Monte Carasso: totale sette) sui locarnesi (Quartino, Ascona, Minusio, Gerra Gambarogno e Brissago: totale cinque). Minima la compartecipazione in area “momò” (Balerna, Chiasso e Morbio Superiore); per contro, impraticabile per il gas dei piedi pesanti l’intero Distretto di Lugano (Pregassona, Viganello, Castagnola, Breganzona, Orino, Sorengo, Molino Nuovo, Agra, Melide, Vezia, Paradiso, Canobbio, Massagno, Loreto, Novaggio, Caslano, Magliaso, Roveredo Capriasca, Cadro, Origlio, Comano e Taverne. Tre infine – a Gerra Verzasca, a Golino ed a Gentilino – i controlli previsti con apparecchiature semistazionarie.

Previous articleRorschacherberg: Totes Ehepaar in Wohnung gefunden
Next articleSettimana di ombre nelle Borse, anche l’ultimo atto è sofferenza pura