Home POLITICA Opere pubbliche del futuro, sul piatto mezzo miliardo di franchi

Opere pubbliche del futuro, sul piatto mezzo miliardo di franchi

Impongono un credito-quadro da 60 milioni di franchi le procedure di concorso e di progettazione di opere nel contesto della logistica dello Stato, nuova modalità decisionale e di pianificazione adottata su proposta di Christian Vitta, titolare del Dipartimento cantonale finanze-economia, e fatta propria dagli altri membri dell’Esecutivo (di oggi l’ufficialità). Obiettivo primario della nuova procedura è lo snellimento dell’“iter” che conduce alla realizzazione di opere pubbliche, sempre nel rispetto delle competenze di Governo e Gran Consiglio, riducendosi pertanto i tempi per l’avvio della fase di realizzazione dei singoli progetti. Di fatto, il credito-quadro va “a sostituire i singoli crediti di progettazione” e, come indicato, “per tramite di un’unica richiesta di credito al Parlamento” risulta quindi possibile il dare avvio contemporaneo a più progetti; i crediti di realizzazione saranno in séguito richiesti con messaggi governativi specifici e fondati sul volume di appalti pubblicato”.

Gli interventi ipotizzati si sviluppano sull’arco dal 2020 al 2023, per un comporteranno un investimento complessivo, a conclusione delle opere previste, valutabile attorno ai 500 milioni di franchi. Le opere per ordine alfabetico delle località: Acquarossa: ampliamento e rinnovo scuola media; Agno: comparto scolastico (nuovo liceo, sostituzione scuola media e realizzazione spazi comuni ovvero palestre, biblioteca, aula magna e refezione); Barbengo: nuove palestre e sostituzione scuola media; Bellinzona: comparto Torretta, tripla palestra e parcheggio; Bellinzona: restauro villa Turrita e nuovo stabile amministrativo; Biasca: ampliamento e rinnovamento “Centro professionale”; Biasca: sostituzione scuola media; Cevio: rinnovamento scuola media; Chiasso: nuove aule speciali scuola media; Gordola: nuove palestre e completamento-rinnovamento scuola media; Lodrino: ampliamento e rinnovamento scuola media; Mendrisio: comparto scolastico (nuovo liceo, ampliamento e rinnovo scuola e media, nuove palestre, nuova Spai, nuovi spazi comuni e sistemazione esterna); Mendrisio: sistema Osc, nuova mensa e formazione piazza; Rancate, “Pinacoteca Züst”; Savosa, rinnovamento liceo e palestre; Torricella-Taverne, carcere femminile.