Home ECONOMIA “Swiss market index”, sofferenza poi mezzo recupero. New York, piccoli passi

“Swiss market index”, sofferenza poi mezzo recupero. New York, piccoli passi

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 19.32) Altra seduta in cifra rossa alla Borsa di Zurigo, per quanto riguarda il listino principale, in presenza di scarso denaro e, semmai, di qualche speculazione sul breve termine. Lo “Swiss market index”, a lungo in apnea anche pesante, chiude con saldo negativo nella misura dello 0.31 per cento a quota 10’067.13 punti; rientrato lo slancio iniziale dei finanziari (“Credit Suisse group Ag”, meno 0.30 per cento da guadagno superiore alla figura intera; “Ubs group Ag”, più 0.05), conferma (più 0.52 per cento) di “Adecco Sa” quale valore di riferimento nel listino; in coda “Swisscom Ag”, con perdita pari all’1.60 per cento e pur rimanendo assai incoraggiante il profilo di medio termine. Nell’allargato, ancora in marcia trionfale il titolo “Relief therapeutics holding Ag”, sul quale prende forza l’ipotesi di un “takeover” in corso stante l’ennesimo balzo (più 171.52 per cento a 41.0 centesimi di franco, sul picco di seduta; sei mesi or sono, l’azione era scambiata a 0.0008 franchi. In traduzione corrente, chi abbia investito 1’000 franchi in quel momento si ritrova con il capitale e con un margine utile di 511’500 franchi). In recupero sin quasi alla parità (meno 0.29 per cento a 6.78 franchi) il valore “Santhera pharmaceuticals holding Ag”, in avvio arrivato a perdere il 16 per cento circa. Dalle altre piazze primarie in Europa: Dax-30 a Francoforte, meno 0.54 per cento; Ftse-Mib a Milano, meno 1.34; Ftse-100 a Londra, meno 1.27; Cac-40 a Parigi, meno 0.98; Ibex-35 a Madrid, meno 1.16. Indici di riferimento a Wall Street in guadagno fra lo 0.06 e lo 0.32 per cento. Rafforzamento sino a a 108.1-108.2 centesimi di franco per l’euro.