Home CRONACA Non molti, ma affezionati: dalle Alpi ai confini i “radar” vi restano...

Non molti, ma affezionati: dalle Alpi ai confini i “radar” vi restano vicini

47
0

Otto Distretti su otto, la prossima settimana ovvero tra lunedì 3 e domenica 9 ottobre, sotto lo sguardo indiscreto dei “radar” per i controlli mobili della velocità. Così per aree e località: nel Distretto di Bellinzona, Bellinzona, Gudo, Cadenazzo, Sementina, Arbedo, Giubiasco e Gnosca; nel Distretto di Blenio, Corzoneso; nel Distretto di Leventina, Ambrì e Giornico; nel Distretto di Riviera, Cresciano; nel Distretto di Locarno, Losone, San Nazzaro, Golino, Ascona e Gordola; nel Distretto di ValleMaggia, Someo; nel Distretto di Lugano, Monteggio, Caslano, Magliaso, Carnago, Davesco-Soragno, Viganello, Besso, Bissone, Brusino Arsizio, Agra, Melide, Paradiso, Molino Nuovo, Maroggia, Comano, Cureglia, Vaglio, Pezzolo, Pregassona, Loreto e Viganello; nel Distretto di Mendrisio, Novazzano, Besazio e Rancate. Quattro, infine, i controlli con apparecchiature semistazionarie: interessati i tratti stradali a Giubiasco, a Brissago, a Riazzino ed a Medeglia.

Previous articleUeli Maurer ha detto «stop». E ora ci tocca trovare un altro vero svizzero
Next articlePolizeihund “Fuego” hilft bei der Festnahme von drei Dieben: zwei Marokkaner und ein Algerier