Home CULTURA Monte Verità, racconti quotidiani (“ex-post”) dalla finestra di casa

Monte Verità, racconti quotidiani (“ex-post”) dalla finestra di casa

Scattare una foto dalla propria finestra o da proprio giardino per “rappresentare” il reale, nella quotidianità, così come con strumenti diversi i fondatori della colonia raccontarono e documentarono proprie esperienze di comunità. Questa la sfida che i vertici della “Fondazione Monte Verità” in Ascona lanciano ai frequentatori della stagione culturale purtroppo interrotta – anzi, nemmeno avviatasi – a causa dell’epidemia da “Coronavirus”; da un male, e da un problema che ci colpisce e che ci può aggredire, provare a trarre anche qualche insegnamento, non ultimo la riscoperta dei nostri spazi e delle nostre dinamiche. E dei luoghi, perché no?, per tramite dell’obiettivo di una macchina fotografica o di un cellulare. In tempo reale la produzione e l’invio per quello che potrebbe rivelarsi un interessante esperimento sociale “ex post” in doppio significato: sufficiente la pubblicazione sui propri profili – ad esempio, “Facebook” – con gli “hashtag” #monteveritaascona, #dallamiafinestra e #cosavedo.