Home POLITICA Mobilità elettrica, altra… scossa (a suon di quattrini) da Bellinzona

Mobilità elettrica, altra… scossa (a suon di quattrini) da Bellinzona

Ammonta ad 11 milioni di franchi il credito in stanziamento da Bellinzona sponda Palazzo delle Orsoline – tale il concetto del messaggio, scontata l’approvazione in sede granconsiliare – a favore della cosiddetta “mobilità elettrica”. La somma è da destinarsi in particolare ad incentivo per l’acquisto di veicoli totalmente elettrici, per lo sviluppo dell’infrastruttura di ricarica a domicilio e nelle sedi proprie dell’attività lavorativa e, non da ultimo, per l’acquisto di veicoli di ultima generazione purché contestualmente si mandino al macero i mezzi ad alta emissione di biossido di carbonio e di residui inquinanti. Oltre alle auto sono considerati quadricicli, tricicli e moto parimenti ad alimentazione elettrica.

Articolo precedenteMeteo infame fa danni sulla A2. Riaperta la galleria al San Gottardo, chiuso il passo
Articolo successivoDa Locarno alle montagne e ritorno: “Mcr Swiss tour”, doppio successo