Home CRONACA Microplastiche nel Verbano, additivi chimici «problematici»

Microplastiche nel Verbano, additivi chimici «problematici»

Aspetto negativo: ci sono. Aspetto positivo: a raffronto, sono presenti in misura minore rispetto a quelle rilevate nel Lemano, specchio d’acqua che è stato più volte oggetto di studi approfonditi in materiale. Aspetto negativo: in esse sono stati rilevati additivi chimici definiti “problematici”. In uno studio per forza di cose limitato ad alcuni elementi di interesse, sotto la lente degli esperti alla Sezione protezione aria-acqua-suolo sono finite le microplastiche che sabato 1.o giugno erano state raccolte dalle acque del Verbano durante la pulizia di fondali e rive nella zona di Magadino (Comune di Gambarogno); a distanza di oltre sei mesi, per le cure dei responsabili del Dipartimento cantonale territorio che erano stati promotori della giornata di sensibilizzazione sul tema, ecco le risultanze di analisi svolte nelle scorse settimane su 100 oggetti tipologicamente rilevanti.

Nel rapporto, pubblicato oggi sul sito InterNet dell’Amministrazione cantonale (www.ti.ch, sezione “Microplastiche”) e disponibile anche in versione cartacea agli sportelli del Dipartimento cantonale territorio in Bellinzona (via Franco Zorzi 13), viene precisato che, pur essendo considerato basso il rischio ambientale, indagini sono in corso al fine di comprendere un fenomeno nel quale entrano in gioco molteplici variabili, a causa in primo luogo di composizione chimica, forme e dimensioni dei materiali plastici. Come dire: siamo ai primi passi, questo documento vale come base per una presa di contatto con il problema, molto c’è da lavorare.