Home REGIONI Lugano, oltre gli steccati di partito per dare una mano all’ambiente

Lugano, oltre gli steccati di partito per dare una mano all’ambiente

Rifiuti solidi urbani per circa 87 chilogrammi sono finiti nei sacchi dei raccoglitori volontari – consiglieri comunali o aspiranti tali alle ultime elezioni – che nei giorni scorsi si dedicarono ad una ripulitura straordinaria in territorio comunale di Lugano, puntando all’area tra “Parco Ciani”, foce del Cassarate ed alveo del Cassarate sino alla corrispondenza con il nuovo “campus” universitario in quartiere Viganello. All’intervento, svolto d’intesa con Manuele Giussani e Denis Ansermin fondatori – estate 2020 – del “Gruppo verde speranza”, presero parte Massimo Bartolini (Verdi liberali), Davide Sale (Verdi liberali), Laura Kämpf (Lega dei Ticinesi), Rodolfo Pulino (Lega dei Ticinesi), Tatjana Ibrahimovic (Plr), Margherita Sulmoni (Plr), Marianna Meyer Salvioni (Plr), Sara Beretta Piccoli (“Movimento Ticino&lavoro”), Tamara Merlo (“PiùDonne”), Mattea David (Ps) e Melitta Jalkanen (“Verdi del Ticino”). Tra i materiali: bottiglie in vetro, spranghe, lamiere, palloni, cartelli, lattine, mozziconi di sigaretta e plastiche varie. Nella foto, un momento della raccolta; altre immagini sulla nostra pagina “Facebook”.