Home POLITICA Lugano fa festa al presidente Ignazio Cassis. Che si loda e s’imbroda

Lugano fa festa al presidente Ignazio Cassis. Che si loda e s’imbroda

0

Ignazio Cassis, consigliere federale, è giunto questo pomeriggio a Lugano con un treno speciale per le celebrazioni legate al suo anno da presidente dell’Esecutivo, cerimonia che a lui sarebbe stata dedicata lo scorso anno ma che venne rinviata a causa dell’imperversare della pandemia da Covid-19. Partenza dalla capitale alle ore 11.09, tappe in tre stazioni ticinesi (Airolo, Biasca e Bellinzona), arrivo secondo programma; a bordo, quale tema principale e di fatto unico, l’insistenza sull’esservi ora “due crisi che si accavallano”. In sostanziale ed assai generosa autovalutazione, Ignazio Cassis ha sostenuto di essere “soddisfatto di quanto realizzato in queste situazioni particolarmente difficili”; inoltre, a suo dire, il 2022 è “un anno in cui si sente la necessità di avere un presidente che dia un segnale positivo alla coesione del nostro Paese”, espressione quest’ultima il cui suono ed il cui contenuto appaiono non particolarmente benevoli verso i colleghi a Berna. In piazza Della Riforma a Lugano, dalle ore 15.15 in poi, la parte ufficiale con i festeggiamenti davanti a pubblico in verità non strabocchevole. Il programma andrà a conclusione con il trasferimento al “Centro esposizioni” per la serata ad inviti.

Previous articleCovid-19, in Ticino settimana senza decessi. Ma risalgono i ricoverati
Next articleSocialisti scansategole: contro la Mzarina in lizza uno sbarbatello