Home SPORT Hockey / “Under 20-Elit”: recupera l’Ambrì, si ferma ancora il Lugano

Hockey / “Under 20-Elit”: recupera l’Ambrì, si ferma ancora il Lugano

Lugano in slittamento all’indietro ed ora a distanza di sei lunghezze dal vertice della classifica, AmbrìPiotta in risalita e, pur con “record” largamente al di sotto della parità (8-13), a ridosso della linea della carità con ritardo di un solo punto sui FriborgoGottéron Youngdragons. In chiaroscuro l’ultimo turno delle ticinesi di punta nell’hockey giovanile di categoria “Under 20-Elit”, doppio confronto interno ma bianconeri sconfitti e biancoblù a bersaglio pieno. In Lugano-FriborgoGottéron Youngdragons 2-5, un goal ed un assist per Grégory Bedolla (raggiunta quota 30 punti in stagione) e due assist per Gianluca Cortiana; Lugano per due volte al rientro in partita (prima firma da Matteo Lamoreux, 17.31, a cinque-contro-quattro), poi all’inseguimento sul 2-4; finale con continui ricorsi al “rover”, sul terzo tentativo ma a giochi ormai chiusi (59.57) lo “shorthanded” decisivo a firma di Jan Dorthe, 16enne lanciatissimo con gli “Under 17” dei burgundi e nella circostanza autore di una tripletta. Miglior sorte in casa Ambrì nel 4-2 sui Grasshoppers Lions ZurigoKüsnacht: Jan Imperatori (2.36), Richard Nemec (37.52), Alain Conceprio (49.45, a cinque-contro-quattro) e Loris Masini (50.49, su rigore) i marcatori in un successo maturato ad onta delle troppe penalità minori. Nella foto, Grégory Bedolla.

I risultati – BielBienne Spirit-Ginevra Futuro 4-3 (ai rigori); Berna Futuro-Zugo 4-1; Davos-Losanna4club 2-6; AmbrìPiotta-Grasshoppers Lions ZurigoKüsnacht 4-2; Lugano-FriborgoGottéron Youngdragons 2-5.

La classifica – Losanna4club 43 punti; BielBienne Spirit 42; Berna Futuro, Zugo 38; Lugano 37; Davos 36; Kloten 32; FriborgoGottéron Youngdragons 25; AmbrìPiotta 24; Scl Youngtigers 22; Grasshoppers Lions ZurigoKüsnacht, Ginevra Futuro 19 (Kloten, Scl Youngtigers una partita in meno),

Articolo precedenteAscona, al “Teatro del gatto” un monumento da leggenda del jazz
Articolo successivo“Swiss market index” rinvigorito, New York ferma. Cambi, euro sempre sofferente