Home SPORT Hockey Nl / Ambrì, o dell’ostinazione: la speranza resta viva

Hockey Nl / Ambrì, o dell’ostinazione: la speranza resta viva

Forse non basterà, a rigor di statistica non basterà: fra le 12 in corsa quest’anno nell’hockey di National league, solo i RapperswilJona Lakers – che di fatto hanno già “mollato” accettando la condanna al “play-out” – hanno una media-punti peggiore; e l’AmbrìPiotta, pur con il successo strappato stasera agli Scl Tigers davanti ai 5’359 della “Valascia”, viaggia sul passo di 1.24 punti per incontro, mentre la porta del “play-off” si apre solo a quota 1.36, meglio 1.37 in ragione della concorrenza sulla linea. Rilevante è tuttavia questo 4-2, e ci si basi su tre dati di fatto: a) perché Matt D’Agostini sarà l’ultimo ad arrendersi se per caso di resa si dovrà parlare, un assist (per Noele Trisconi, 19.27, superiorità numerica, 1-1 in replica ad Eero Elo appena riacquisito dal Lukko Rauma) e due firme personali (entrambe a cinque-contro-quattro, 29.08 e 32.44, 2-1 e 3-1); b) perché Nick Plastino, ora che è stato messo nelle giuste condizioni di ruolo, si veste da Paul Coffey Anni ’80 ed in una sola partita diventa capace di sfornare tre assist; c) perché stante l’odierna situazione in infermeria, e caragrazia che è stato recuperato agli effettivi almeno Jiri Novotny, è un miracolo se l’AmbrìPiotta scende ancora in pista con quattro blocchi, in realtà tre e mezzo nel reparto difensivo trovandosi precettato in esordio e schierato financo il non ancora 19enne Rocco Pezzullo, appena rientrato dagli impegni internazionali ed in dirottamento rapido sulla Leventina anziché sui BiascaTicino Rockets di sua ordinaria militanza. Descritto tra le righe l’andamento del confronto, ad equilibrio peraltro sostanziale fra le squadre (8-11, 13-6 il computo delle conclusioni), rilevante è anche un aspetto sul finale della sfida: i biancoblù si erano imposti di non perdere la testa e sono riusciti a mantenersi fedeli a questa norma, sicché all’ultimo riavvicinamento da parte degli ospiti (57.17, rigore causato da Isacco Dotti e convertito da Harri Pesonen) essi hanno opposto la giusta serenità per quasi due minuti, sfruttando infine la prima e vera opportunità a porta vuota (59.12, Marco Müller). Benjamin Conz titolare a difesa della gabbia ed autore di 21 parate; dagli altri numeri nessuna consolazione. Ma, si sa, un tocco di bastone ha ancora il potere di sovvertire i pronostici…

I risultati – AmbrìPiotta-Scl Tigers 4-2 (oggi); Berna-ServetteGinevra 3-4 (oggi, al supplementare); BielBienne-Zugo 0-1 (oggi, al supplementare); Losanna-FriborgoGottéron 1-3 (oggi); Zsc Lions-Davos 5-4 (oggi, al supplementare); Davos-Berna (domani).

La classifica – Zugo, Zsc Lions 73 punti; ServetteGinevra 70; Davos 68; BielBienne 62; Lugano 58; Losanna 57; Scl Tigers 54; Berna 53; FriborgoGottéron, AmbrìPiotta 51; RapperswilJona Lakers 41 (Zsc Lions, ServetteGinevra, BielBienne, Lugano, AmbrìPiotta 41 partite disputate; Scl Tigers 40; Zugo, Berna, RapperswilJona Lakers 39; FriborgoGottéron 38; Davos, Losanna 37).