Home CRONACA Giro di… vita (e morte) ai predatori: il lupo stia tranquillo. Per...

Giro di… vita (e morte) ai predatori: il lupo stia tranquillo. Per ora

Tutti consapevoli dello stato dell’arte, tutti a conoscenza di quanto riportano le cronache da vari punti del territorio cantonale e dalle creste della Valle Rovana in ispecie, tutti ovviamente colpiti dalle richieste di protezione che giungono dagli allevatori; ma per poter giungere alla definizione di provvedimenti funzionali alla bisogna occorre che si operi con necessario discrimine ovvero con approfondimenti giuridici sulle modalità di applicazione delle normative vigenti a livello federale e che, tra l’altro, sono state recentemente oggetto di modifiche. In discorso corrente, ci impegniamo ad agire ma dateci il tempo – e gli strumenti – per farlo in modo che nel tempo del “poi” non saltino fuori obiezioni e contestazioni: così Palazzo delle Orsoline in Bellinzona, oggi, con notula a carattere… transitorio e che prefigura azioni prossime venture in materia di prevenzione e di protezione dalle attività predatorie dei lupi. Indagine ed analisi: non solo si pone – Deo gratias – un quadro normativo in evoluzione, ma sussiste anche il bisogno di procedere con un’applicazione che risponda “alla particolare realtà agricola del contesto territoriale cantonale”. Ergo: pazientare, siamo al lavoro, e il lupo si consideri avvertito.

Articolo precedenteCalcio Dnb / Corsa al titolo: Sciaffusa in fuga, ma l’Aarau si riaggancia
Articolo successivoBrand einer Ferienlager-Unterkunft: 97 Kinder mussten evakuiert werden