Home POLITICA Federali 2019 / Ballottaggio Stati, classifica ritoccata (ma nulla muta)

Federali 2019 / Ballottaggio Stati, classifica ritoccata (ma nulla muta)

Altri sono e saranno forse i campi di battaglia: a differenza di quanto era avvenuto per il Nazionale, dove a spoglio effettuato spuntarono 60 buste giunte per tempo ma non sottoposte a scrutinio (e ce ne volle dunque un secondo), in materia di ballottaggio per gli Stati ogni eventuale discorso su un possibile ricalcolo dei preferenziali sembra per ora legato alla flebile tesi delle schede giunte in ritardo dall’estero, schede di cui è stata nel frattempo vietata la distruzione. Dalla Cancelleria dello Stato, stamane, la conferma sostanziale dell’esito del secondo turno così come esso ci risultava sin dalle ore 14.00 di domenica scorsa: primo Marco Chiesa (Udc-Lega dei Ticinesi, 42’548 preferenziali), seconda Marina Carobbio-Guscetti (Partito socialista, 36’469), terzo Filippo Lombardi (Partito popolare-democratico, 36’423), quarto Giovanni Merlini (Partito liberale-radicale, 33’278). Variazioni rispetto al primo computo: invariati Giovanni Merlini e Marina Carobbio-Guscetti, scende di un voto Filippo Lombardi (che perde dunque il seggio per uno scarto di 46 voti), e tre voti vengono tolti a Marco Chiesa. Il resto, in mente advocatorum.