Home CRONACA “Doppio zero” consolante, un’altra tacca per il Ticino che vince sul Covid-19

“Doppio zero” consolante, un’altra tacca per il Ticino che vince sul Covid-19

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 15.55) Non è importante, in questo momento, lo stabilire chi abbia ragione tra virologo ottimista e virologo pessimista, e chi abbia ragione tra virologo pessimista e clinico ottimista, e chi abbia ragione tra clinico ottimista e clinico pessimista. Non è importante, o almeno non è questa, in questo momento, la sede idonea; meglio piace il poter constatare che il Ticino, nella battaglia contro il Covid-19, rimedia un altro “zero e zero”, zero nuove vittime e zero nuovi contagiati, nell’arco delle 24 ore dall’alba di ieri a quella di oggi, e mai “zero” è stato concetto antitetico a sé stesso quanto in una drammatica stagione nella quale aggettivi come “positivo” sono stati e sono tuttora fonte di sofferenza. I numeri, allora: invariati, 348 le vittime su suolo cantonale dall’inizio della pandemia, 3’315 i casi riscontrati ed accertati, 895 i dimessi da strutture nosocomiali. In ospedale, al momento, 28 persone; di loro, 27 in reparto, nessuna in terapia intensiva “ordinaria”, una in intubazione. Sostanzialmente privo di variazioni anche il riscontro a livello federale: computati che siano quattro Cantoni (Uri, Berna, Ticino e Basilea-campagna) su 26, 1’920 restano i morti, a 30’805 salgono i contagiati.