Home CRONACA Diluvio sul Ticino, allerta di livello quattro per Tresa e Lago di...

Diluvio sul Ticino, allerta di livello quattro per Tresa e Lago di Lugano

77
0

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 11.50) Pioggia era prevista, pioggia intensa è arrivata. Sopraceneri e Sottoceneri uniti nel grigiore del cielo e nelle aperture di ombrelli sin dalle ore 23.00 circa di ieri e, con maggior rilevanza a rigore di quantità precipitate, durante la notte e nella prima mattinata: di massima fra i 20 ed i 50 millimetri per metro quadrato (l’altezza di un millimetro, quanto a misura di capacità, si traduce in un litro) nelle zone discoste del Sopraceneri, sui 50-60 millimetri in ValleMaggia ed in Valle Verzasca e nel Ticino centrale, oltre 70 millimetri a Lugano e punte di 90 a Stabio, secondo la rilevazione ultima. Ordinarie osservazioni si legano all’ingrossamento dei corsi d’acqua: Maggia a 279 metri cubici il secondo (ore 11.30, stazione di Locarno quartiere Solduno); Magliasina a 14 metri cubici il secondo (ore 11.30, stazione di Magliaso); Ticino a 212 metri cubici il secondo (ore 11.30, stazione di Bellinzona); Tresa a 43 metri cubici il secondo (ore 11.30, stazione di Ponte Tresa); a rigore di valutazioni che giungono dagli esperti dell’Ufficio federale ambiente, s’ha da considerare una previsione di piene a “standard” quattro da oggi a domenica compresa; a “standard” di livello quattro sono già chiamati sia il Ceresio sia la Tresa, con evidenze a partire dalle ore 18.00 per quanto riguarda il fiume e dalle ore 24.00 per quanto riguarda il lago.

Livelli dei bacini lacustri: Verbano, ore 11.10, massimo cioè picco delle ultime 24 ore a quota 194.14 metri sul iivello del mare (rilevazione all’idrometro di Locarno); Ceresio, ore 11.20, massimo cioè picco delle ultime 24 ore a quota 270.85 metri sul livello del mare (rilevazione all’idrometro di Melide). Un solo, vago motivo di consolazione: pare che si sia giunti oltre lo scollinamento, e che cioè ci si trovi sulla fase discendente della perturbazione e dei suoi effetti. Pare.