Home ECONOMIA “Swiss market index” al piccolo trotto: minimo sforzo, massimo guadagno

“Swiss market index” al piccolo trotto: minimo sforzo, massimo guadagno

476
0

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 17.55) Smentita nel pomeriggio e dai fatti – ed è sempre buona cosa quando i fatti riescono ad opporsi ad una sensazione – la tendenza al ribasso che in più circostanze era giunta stamane ad inquinare la seduta inaugurale della settimana borsistica a Zurigo: lo “Swiss market index” si è imposto in discreto margine utile (più 0.52 per cento a 10’827.93 punti) ad effigie di un listino primario in cui la forchetta effettiva è stata rappresentata dai titoli “Swisscom Ag” (più 1.75 per cento) e “Givaudan Sa” (meno 1.58); fuori dallo spettro il valore “Credit Suisse group Ag”, in progresso pari al 5.20 per cento; privo di definizione l’allargato. Dalle altre piazze: Dax-40 a Francoforte, più 0.08 per cento; Ftse-Mib a Milano, più 0.55; Ftse-100 a Londra, più 0.66; Cac-40 a Parigi, meno 0.10; Ibex-35 a Madrid, più 0.51. New York sotto misura con perdite fra lo 0.20 e lo 0.66 per cento sugli indici di riferimento. Cambi: 98.97 centesimi di franco per un euro, 100.15 centesimi di franco per un dollaro Usa; intorno a 20’439 franchi il controvalore teorico del bitcoin.