Home CRONACA Covid-19, Ticino appeso ad una corda: 11 vittime in più in sole...

Covid-19, Ticino appeso ad una corda: 11 vittime in più in sole 24 ore

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 14.48) Nero di sangue nero il lunedì del Ticino nella lotta contro l’epidemia da “Coronavirus”: 11 decessi in più nell’arco di sole 24 ore, impennata che stordisce, balzo in misura d’un 30 per cento a quota 48 morti effettivi quando nemmeno un mese è trascorso da quel martedì 25 febbraio quando venne riscontrato il primo “positivo”, e pare sia trascorso un millennio. A confermare il dato, stamane, fonti dello Stato maggiore cantonale di condotta, dalle quali si apprende inoltre che non eravi ieri valido motivo di innamorarsi – e qui lo si era scritto, e sulla scorta di una valutazione i cui concetti saranno magari da esplicitarsi in altro momento – per l’apparente frenata nella statistica dei contagi su suolo ticinese. Non eravi, ed infatti: ai soli 29 casi in più fra sabato e domenica si somma all’improvviso un numero a fattore otto, 226 unità in più, per un totale di 1’165 situazioni rilevanti, secondo criteri medici ed in tale novero comprendendosi anche coloro che tecnicamente sono da considerarsi guariti; una persona ogni 4.5 si trova ora ricoverata; 45 i soggetti in terapia intensiva, e per la quasi totalità (43) trattasi di intubati.