Home CRONACA Covid-19 in Ticino, un altro decesso. Tornano a salire i degenti

Covid-19 in Ticino, un altro decesso. Tornano a salire i degenti

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 23.28) Un decesso, il 31.o nel contesto della terza ondata ed il 989.o dall’inizio della pandemia, è riscontro di giornata su suolo ticinese ovvero nel transito da ieri all’alba di oggi. Evidenza grave, pur nel procedere (o si dovrebbe dire: proprio ad onta del procedere) della campagna di vaccinazioni, che su fresco riscontro afferente all’altr’ieri stampa l’avvenuta somministrazione di 121’225 dosi e la copertura completa – doppia dose, “Pfizer-Biontech” o “Moderna” che sia – del 12 per cento della popolazione, ossia quasi una persona ogni otto; grave anche per via dell’incremento nel numero dei ricoveri, nove gli ingressi a fronte di sei dimissioni, 68 pertanto i degenti in strutture nosocomiali, e di loro ben 14 versano in reparti di terapie intensive, e due soltanto di quest’ultimo gruppo non sono sottoposti a ventilazione assistita. Duro anche il dover prendere atto di 54 nuovi contagiati, in traduzione 32’171 casi nel complesso e 3’982 da venerdì 5 marzo ovvero nello spazio di otto settimane; spunto apprezzato il calo dell’incidenza di positivi sul totale dei tamponi effettuati e controllati in laboratorio nell’arco di 24 ore (cinque per cento su 844 “test”, riscontro di martedì 27 aprile). 463 le persone in isolamento, 729 quelle in quarantena, e sono valori di ieri.

Aggiornamento sulle liste di attesa nei centri cantonali di vaccinazione: a Bellinzona quartiere Giubiasco (“Mercato coperto”), appuntamenti esauriti sino a domenica 9 maggio, 2’573 persone; a Locarno (“Palazzetto Fevi”), appuntamenti esauriti sino a martedì 4 maggio, 2’874 persone; Lugano (“Padiglione Conza”), appuntamenti esauriti sino a martedì 4 maggio, 6’314 persone; Mendrisio (“Mercato coperto”), appuntamenti esauriti sino a martedì 4 maggio, 3’208 persone.