Home CRONACA Colpo di stiletto / E l’“Eurocity” se n’andiede senza passeggeri

Colpo di stiletto / E l’“Eurocity” se n’andiede senza passeggeri

Cronache minime di un pomeriggio feriale, e stavolta il “Coronavirus” non c’entra. Bellinzona, stazione Ffs: regolare in arrivo da nord l’“Eurocity” diretto a Milano-centrale, ripartenza prevista alle ore 16.59 e riuscita con minimo ritardo. Percorsi sei metri, blocco del convoglio ed avviso: “Problema tecnico, stiamo lavorando per rimetterci in viaggio, grazie per la pazienza”. No problem, succede. Ore 17.08, altra comunicazione: “È rotto l’impianto di compressione dell’aria, si prega di scendere”; e tutti obbediscono, in tempi come questi sembra il male minore. Ore 17.12, tutti i passeggeri in autoridestinazione verso altro vettore e quindi transitati verso altro binario. Ore 17.15: mentre sul pannello elettronico figura ancora l’indicazione “Ritardo imprecisato”, sotto gli occhi sgranati di qualche viaggiatore attediatosi sulla panchina, l’“Eurocity” riparte. A vuoto, senza avviso alcuno dall’altoparlante. O è mistero, o è disservizio.