Home CONFINE Campione d’Italia (Como), spacciatori albanesi in manette

Campione d’Italia (Como), spacciatori albanesi in manette

Un 29enne ed un 30enne, all’anagrafe Maksim Islami ed Ernesto Kalemi, entrambi di origine albanese e senza fissa dimora su suolo italiano ma con occasionale dimora in Campione d’Italia (Como), sono stati fermati ed associati al carcere del “Bassone” di Como nella tarda serata di ieri ad esito di un’operazione antidroga “mirata” dei Carabinieri, nucleo di Campione d’Italia, e con riverbero sia sulla piazza locale sia su quella ticinese. Contestati i reati di produzione, traffico e detenzione illecita di stupefacenti e psicotrope sull’evidenza del sequestro di cocaina per 320 grammi oltre che della somma di 2’100 franchi svizzeri e di strumenti e materiali per il confezionamento e per lo spaccio delle sostanze. I Carabinieri di Campione d’Italia sono giunti al fermo dei due albanesi dopo giorni di controlli sui soggetti stessi, che erano stati notati gravitare nel territorio dell’“exclave”; intorno alle ore 19.00 di ieri l’intervento, con perquisizione personale e veicolare dal risultato negativo; non così al momento del controllo nell’abitazione utilizzata, dove erano presenti un bilancino, una lama sporca di cocaina, ritagli di sacchetti di plastica, telefoni cellulari, schede telefoniche ed il denaro. Quanto alla droga, necessaria un’ispezione nell’area pubblica antistante il santuario titolato alla Madonna dei Ghirli, storico edificio religioso accessibile sia dalle sponde del Ceresio, lungo vari ordini di scalinate, sia da viale Marco da Campione, quasi sul confine di Stato in direzione Bissone; qui, in due barattoli dissotterrati dal terreno, la cocaina.