Home CONFINE Campione d’Italia (Como), dopo un buio di 1’219 giorni riparte il casinò

Campione d’Italia (Como), dopo un buio di 1’219 giorni riparte il casinò

Al nuovo taglio del nastro domani, mercoledì 26 gennaio, ore 12.00 precise, dopo una sosta forzata per poco meno di tre anni e mezzo e meglio 1’219 giorni, il Casinò di Campione d’Italia nell’omonima “exclave” tricolore. La casa da gioco, storicamente operativa già tra il 1917 ed il 1919 e riattivata in modalità continuativa nel 1933, era stata chiusa a fine luglio 2018 su dichiarazione di fallimento originatasi sul piede di consistenti debiti verso terzi, Comune di Campione d’Italia “in primis”; da qui una serie di conseguenze, tra cui il taglio drastico della forza-lavoro residua (ma già all’inizio del 2018 era stata recapitata la lettera di licenziamento a poco meno di un quarto dei quasi 500 collaboratori) ed il dissesto finanziario del Comune, i cui amministratori si erano trovati a non poter onorare gli impegni economici, per esempio, verso il Canton Ticino. Premessa alla riapertura del casinò, nel dicembre 2020, era stata la revoca della sentenza di fallimento da parte dei giudici della Corte di cassazione; su tale base l’istruzione e l’inoltro di un’istanza per l’accesso alla procedura di concordato preventivo in continuità aziendale, formula la cui traduzione in fatti concreti equivale ad un piano quinquennale per il rientro dai debiti. La riaccensione delle luci, fissata una prima volta alla mezzanotte di san Silvestro scorso, era stata procrastinata in ragione delle incertezze ancora dettate dalla situazione pandemica.

Articolo precedenteCure infermieristiche, iscrizioni aperte a Lugano ed a Bellinzona
Articolo successivoBorsa di Zurigo, minimo rimbalzo ma New York viaggia ancora in rosso