Home SPORT Calcio Dna / Lugano, finalmente si vince. E, pensa un po’: non...

Calcio Dna / Lugano, finalmente si vince. E, pensa un po’: non basta

Vittoria di misura ma con merito, eppure successo ancora insufficiente per garantire alla squadra la permanenza nella categoria, quella conseguita stasera dal Lugano ai danni dello Zurigo per la quart’ultima della stagione 2019-2020 nel calcio di Divisione nazionale A. Non inganni il mero 1-0, frutto di una sabongia che il destro di Olivier Custodio sparò dalla distanza di buoni 21 metri al minuto 36; per due sole volte in zona-goal gli ospiti, la miglior occasione al 47.o con Benjamin Kololli il cui diagonale andiede a stamparsi sulla base del palo alla sinistra di Noam Baumann, e per il resto si registrò una sola altra conclusione degna di memoria. Numeri strepitosi di Maurizio Jacobacci allenatore, capace di piazzare Jonathan Sabbatini (sissignori, il capitano, non un suo omonimo) nel ruolo di effettiva prima punta; ospiti dannatamente fallosi (23 interventi sanzionati), ed allora bisognerebbe anche capire quale criterio di equanimità sussista se, a tirare una riga sul fondo del taccuino, spuntano quattro cartellini gialli da una parte e quattro cartellini gialli dall’altra. Nota di transenna preanticipata: pur incasellando tre punti, i bianconeri devono tuttora guardarsi dagli arrembanti Sion e Thun in lotta per evitare il penultimo posto.

I risultati – Lugano-Zurigo 1-0 (oggi); Thun-Servette 5-1 (oggi); Lucerna-Sion 1-2 (oggi); San Gallo-Basilea 0-5 (oggi); NeuchâtelXamaxSerrières-Youngboys (domani).

La classifica – Youngboys 64 punti; San Gallo 62; Basilea 59; Servette 46; Lucerna, Zurigo 42; Lugano 40; Thun 35; Sion 32; NeuchâtelXamaxSerrières 27 (Youngboys, Zurigo, Sion, NeuchâtelXamaxSerrières una partita in meno).