Home GRIGIONI ITALIANO Brusio: rischi geologici, sussidio da Coira per il sistema di preallarme

Brusio: rischi geologici, sussidio da Coira per il sistema di preallarme

Sussidio cantonale pari a 75’200 franchi, quindi al massimo di quanto fosse possibile concedere, per il sistema di preallarme “Ida” Brusio proposto dalle autorità comunali di Brusio e destinato al controllo su possibili pericoli naturali che minaccino persone o unità immobiliari e/o servizi di interesse pubblico. Situazioni che, ad esempio, si manifestarono nella notte fra giovedì 4 e venerdì 5 aprile, quando massi per circa tre metri cubici si abbatterono sull’area dell’“Impianto depurazione acque-Ida” del Comune: nel corso di una valutazione condotta nelle ore seguenti il franamento fu riscontrata la presenza di una massa rocciosa particolarmente instabile, e per un volume complessivo stimabile fra i 1’000 ed i 1’500 metri cubici, in prossimità del punto di distacco; ad avviso dei geologi sussiste pertanto il rischio del distacco di singoli blocchi a breve o a medio termine, ed anzi non è da escludersi il cedimento in blocco della massa rocciosa. In presenza di tale minaccia, già ad aprile, sulle crepe aperte vennero installati cinque estensometri ovvero strumenti di misura utili ad attestare eventuali movimenti e scostamenti; grazie al progetto ora in cofinanziamento da parte del Cantone, previsto un adeguamento dell’impianto – in prima battuta, installato con finalità a breve termine – in modo che l’utilizzo sia garantito “sino a quando sarà stata trovata e realizzata una soluzione definitiva”, in ogni caso con copertura sino al 2024. Nella foto, l’area interessata; altre foto sulla nostra pagina “Facebook”.