Home ECONOMIA Borse tra bufera e bonaccia, Zurigo cede ma non frana. E Wall...

Borse tra bufera e bonaccia, Zurigo cede ma non frana. E Wall Street reagisce

319
0

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 19.36) Nessuna linea di tendenza attendibile, oggi, nel listino primario della Borsa di Zurigo, pur risultando esaurito lo “tsunami” ribassistico che ieri aveva imperversato su tutta l’Europa e con pesante riverbero a Wall Street. Dopo sussulti nell’uno e nell’altro senso, e soprattutto dopo uno sbandamento ad inizio pomeriggio, “Swiss market index” al saldo con cedimento contenuto allo 0.65 per cento a 9’556.14 punti); progresso marcato per i soli titoli “Swisscom Ag” e “Sika group Ag” (più 1.75 e più 1.25 per cento). In coda “Credit Suisse group Ag”, il cui utile trimestrale ultimo da 546 milioni di franchi si è situato al di sotto delle aspettative di vari analisti; da qui un “meno 5.56” per cento in quotazione. Dalle altre piazze europee: Dax-30 a Francoforte, più 0.32; Ftse-Mib a Milano, meno 0.14; Ftse-100 a Londra, meno 0.02; Cac-40 a Parigi, meno 0.03; Ibex-35 a Madrid, meno 0.97. Improvvisa volata, per contro, a New York, con progressi fra l’1.33 ed il 2.15 per cento. Altro indebolimento per l’euro, scambiato ora a 106.8 centesimi di franco.