Home CRONACA Bellinzona, rissa fuori da un bar: 20 coinvolti, quattro feriti, sei arrestati

Bellinzona, rissa fuori da un bar: 20 coinvolti, quattro feriti, sei arrestati

“Fazioni”, dicono dal ministero pubblico; opposte fazioni, due gruppi di giovani, almeno 20 soggetti coinvolti. Ed un esito che sarebbe potuto risultare tragico, da quella rissa da “saloon” scoppiata sabato sera all’esterno del “Bar Viale” di viale Stazione 18 a Bellinzona: all’evidenza, tre feriti – tutti da trattamento ospedaliero – fra i contendenti o tra coloro che assistevano, più il grave danno fisico arrecato ad una donna estranea ai fatti e che, trovandosi da quelle parti per caso, è stata spintonata e sbattuta a terra ed ha subito la frattura di una clavicola. Per le forze dell’ordine (sul posto effettivi di Polcantonale e Polcom Bellinzona), impegno a ranghi di più pattuglie e retata con l’arresto, per ora e per ora soltanto dal momento che sono in corso accertamenti su altre figure compartecipanti alla vicenda, di sei persone la cui posizione è al vaglio degli inquirenti: a parte un 16enne svizzero di origini non precisate e residente in Riviera, tutti gli altri finiti in manette abitano nel Bellinzonese, due i maggiorenni (un 25enne svizzero di origini non precisate ed un 19enne italiano), tre i minorenni (tutti sui 17 anni: un iraqeno, un croato ed uno svizzero di origini non precisate). Non noti, ma si suppone che nemmeno dovremmo preoccuparci di conoscerli, i motivi dell’alterco degenerato in battaglia. Rilevanti anche i danni causati all’esercizio pubblico, di cui sono state sfondate alcune vetrine. Inchiesta cogestita dal magistrato dei minorenni e da Nicola Respini, sostituto procuratore generale.