Home SPETTACOLI Agatha Christie scànsati, a Manno c’è il dialetto per un delitto (teatrale)

Agatha Christie scànsati, a Manno c’è il dialetto per un delitto (teatrale)

62
0

Commedia dialettale in salsa “noir” (ed è un bel genere, che si presta bene all’interpretazione vernacolare, con volti espressivi e voci giuste com’è in questo caso), domenica 25 febbraio, alla “Sala Aragonite” di Manno grazie all’impegno della filodrammatica “Giand da rugula” e sotto egida dei Municipi di Agno, Bioggio e Manno. Trama: castello noto come “Grocery house”, padrona di casa la Contessa di Artichoke, convocati parenti ed amici stretti che in effetti giungono; tra di loro Lady Cauliflower, malmaritata con Lord Gooseberry; Mister Cabbage, notaio di famiglia; Miss Beets, enigmatica turista da Oltreatlantico; poi l’inevitabile omicidio (da qui il titolo “Delitto a Grocery house”), un ispettore chiamato ad indagare, et cetera. Il testo è di Gionas Calderari, i personaggi inducono al sorriso sin dal nome (“artichoke” è il carciofo, “cabbage” il cavolo, “cauliflower” è ovviamente il cavolfiore e “beets” sono le barbabietole), l’impalcatura sta un po’ in quota Agatha Christie ed un po’ s’appoggia ad Arthur Conan Doyle (hai detto nulla) e poi diventa spiazzante sui canoni della lingua avita e familiare, tra discorsi che s’incrociano ed espressioni lapidarie ed inchiodanti. Inizio ore 16.30, prezzi popolari per gli adulti, ingresso gratuito per ragazzi e giovani sino ai 18 anni.

Previous articleCaccia al cinghiale, torna la stagione estiva: iscrizioni entro fine febbraio
Next articleBassa Comasca, 15enne rapinato da due coetanei: indagini ad una svolta