Home ECONOMIA Acqua pulita per l’Africa, un progetto dalla luganese “GratzUp”

Acqua pulita per l’Africa, un progetto dalla luganese “GratzUp”

Presentazione ufficiale a Milano, martedì 26 marzo, per il progetto “G plant”, impianto autonomo ad energia solare per la sterilizzazione dell’acqua su larga scala. La tecnologia, di prossima implementazione in Ruanda con progetto-pilota affidato al controllo di specialisti dell’UniCattolica di Milano, è funzionale alle attività della “GratzUp”, “start-up” con sede a Lugano, operante nel ramo dell’“impact investment” e nata – così i fondatori Mauro Gazzelli e Shairin Sihabdeen – “con l’obiettivo di contribuire a risolvere il problema globale di accesso all’acqua sicura”. Lo sviluppo del “G-plant”, negli intendimenti dei promotori, passerà attraverso un piano di installazione su ampia scala in Africa, “e non solo”.

Articolo precedenteAlberi centenari, una storia nella storia con il “Teatro dei fauni”
Articolo successivoBovernier (Kanton Wallis): Vier Personen von Lawine begraben