Home POLITICA Votazioni cantonali: PalaGiustizia minato, passa la riforma fiscale

Votazioni cantonali: PalaGiustizia minato, passa la riforma fiscale

56
0

In linea con quanto era prevedibile, al di là dei toni indecorosamente tenuti da qualche partecipante alla disfida, gli esiti delle tre votazioni cantonali oggi messe a referto. Senza discussioni il “via libera” alla riforma fiscale: “sì” al 56.89 per cento, 60’581 schede contro 45’908. Faticosa, ma anch’esso in linea con il “sentiment” prevalente nelle scorse settimane, l’approvazione dei provvedimenti di compensazione per le rendite pensionistiche ai dipendenti pubblici: 50.50 per cento, ossia 53’230 schede contro 52’169 (notinsi qui le ben 4’663 bianche). Bocciatura secca per l’investimento da almeno 76 milioni di franchi nello stabile luganese ex-Efg da destinarsi, nelle intenzioni, a nuovo PalaGiustizia: “no” al 59.47 per cento, cioè 63’216 schede contro 43’088. Nelle valutazioni da Palazzo delle Orsoline in Bellinzona, rammarico è stato espresso circa l’ultimo punto, dovendosi a questo punto ideare (“Ed i tempi saranno non brevi”) una soluzione alternativa.