Home CRONACA Volevano tirare (lungo) con la coca, rumeni arrestati in frontiera

Volevano tirare (lungo) con la coca, rumeni arrestati in frontiera

108
0

Uso personale, non si direbbe: quando viaggi in auto portando con te un pacco di cocaina che al peso va sul chiletto e tenti di passare la frontiera alla chetichella ed invece ti fermano, l’unica cosa utile che tu possa fare è startene buonino buonino e chiamare un avvocato per via della sùbito contestata grave infrazione alla Legge federale sugli stupefacenti, accusa cui nel caso di specie si aggiunge anche il riciclaggio di denaro (già, balla l’equivalente di alcune migliaia di franchi). Due i soggetti finiti in manette l’altr’ieri – di questo pomeriggio l’informativa da fonti di ministero pubblico, Polcantonale ed Ufficio federale dogana-sicurezza confini – al valico di Chiasso-Brogeda, sull’uscita dal territorio svizzero verso l’Italia: trattasi di un 22enne e di un 34enne, entrambi rumeni, entrambi residenti in Romania, entrambi essi nel mirino da operatori dell’Ufficio federale dogana-sicurezza confini ed entrambi ora associati in via temporanea al sistema carcerario ticinese, in attesa di evoluzioni che saranno riportate nel “dossier” di cui è titolare la procuratrice pubblica Chiara Buzzi. La droga era stata infilata in sacchetti simili, per rigore di tipologia, a quelli normalmente usati per la raccolta degli escrementi dei cani, e dunque ben rappresentativi dei loro trasportatori. In immagine (fonte: il citato Ufficio), la merce ed il denaro sequestrati.