Home CRONACA Valanga “immaginaria” al Lucomagno, esercitazione riuscita

Valanga “immaginaria” al Lucomagno, esercitazione riuscita

Esercitazione ben condotta e portata a termine, nella serata di mercoledì, lungo la strada per il Passo del Lucomagno, con intervento definito in scala “uno a uno” (cioè esattamente come la situazione potrebbe porsi nella realtà) sotto egida della “Pro Lucomagno”, responsabile per la gestione del tratto durante il periodo invernale. Su impegno tra le ore 18.00 e le ore 23.30, ma effettivamente in allerta dalle ore 18.55 su chiamata di un automobilista-attore in transito, operatori ad ampio spettro (Polcantonale, Pompieri Biasca, Pompieri Blenio, servizi di autoambulanza, organizzazione Protezione civile delle Tre valli, “Soccorso alpino svizzero”, “Rega”, specialisti del “Centro sci nordico” a Campra, ed ovviamente personale del servizio tecnico alla “Pro Lucomagno”), più vari figuranti messi a disposizione dai responsabili della “Scuola svizzera di sci” in Blenio; in tutto un’ottantina di soccorritori ed una decina di altri soggetti, in modo da rendere credibile lo scenario ipotizzato come conseguenza della caduta di una valanga, con investimento e seppellimento di un’auto e di un “camper”. Coordinamento a cura di un quadro superiore della Polcantonale, in vincolo con i vertici del Dipartimento cantonale istituzioni (Servizio protezione popolazione). Riscontro assai positivo, a detta degli organizzatori; identificati inoltre vari “spunti di miglioramento” da elaborarsi e da implementarsi nelle procedure. In foto, un momento dell’esercitazione; altre immagini sulla nostra pagina “Facebook”.