Home CRONACA Ufficio fallimenti, riforma in vigore: nuovi capi, nuove competenze

Ufficio fallimenti, riforma in vigore: nuovi capi, nuove competenze

Con decorrenza da oggi, lunedì 1.o luglio, in vigore la riforma organizzativa dell’Ufficio fallimenti in seno alla Divisione giustizia (Dipartimento cantonale istituzioni). Per quanto riguarda le sedi di competenza, a Marco Piattini – già ufficiale dei fallimenti per il Sottoceneri – la direzione dell’Ufficio fallimenti del Sopraceneri (sedi di Bellinzona e Locarno con agenzie periferiche); Silvio Bottegal, sino ad ora ufficiale dei fallimenti per il Sopraceneri, passa alla direzione dell’Ufficio fallimenti per il Sottoceneri (sedi di Lugano e Mendrisio) oltre ad assumere il coordinamento dell’Ufficio fallimenti su scala cantonale, ora con apporto del nuovo supplente ufficiale cantonale dell’Ufficio fallimenti nella persona di Dario Luisoli, già operativo all’Ufficio fallimenti del Sottoceneri quale gestore fallimentare e in nomina a tale funzione con effetto formale da aprile. Alla direzione della Divisione giustizia viene invece subordinata la nuova figura del perito contabile all’Ufficio fallimenti, nella persona di Peter Ranzoni, in nomina da Palazzo delle Orsoline a fine aprile e con ingresso nella funzione durante l’estate: fra i compiti affidati al perito figura l’analisi contabile-finanziaria e della valutazione degli incarti trattati in seno all’Ufficio fallimenti, con eventuale costruzione dei “dossier” sui quali si possa insinuare una possibile “notitia criminis” suscettibile di attenzione da parte del ministero pubblico; non a caso, come indicano fonti del Dipartimento cantonale istituzioni, la posizione del perito contabile è stata istituita al fine “di rendere più incisiva la lotta contro i fallimenti fraudolenti e/o pilotati”. In immagine, lo schema della nuova organizzazione dell’Ufficio fallimenti in seno alla Divisione giustizia.