Home CULTURA Tre Continenti, un’idea: a Lugano la mostra-progetto “Quilombo”

Tre Continenti, un’idea: a Lugano la mostra-progetto “Quilombo”

28
0

In proposta sino a fine maggio, negli ambienti dello stabile “Lago mio” di Lugano, la mostra-progetto itinerante “Quilombo”, esito di residenze artistiche – due alla stessa “Lago mio” di Lugano, una al “Salts-Atelier mondial” di Basilea – svolte nell’estate 2021. Curatori: Samuel Leuenberger, Benedikt Wyss e Patrick Mudekereza. Autori: Carolina Brunelli (Svizzera-Brasile),Joseph Kasau & Stéphane Kabila (Congo), Paulo Nazareth (Brasile), Maya Quilolo (Brasile) e Wisrah Villefort (Brasile), più contributi di Denise Bertschi (Svizzera) ed Orakle Ngoy (Congo). Chiave di… ascolto dell’esposizione che, di fatto, poggia su tre Continenti: la voce collettiva contro ingiustizia sociale e sfruttamento abnorme delle risorse naturali e del lavoro umano. Dopo Lugano, la mostra sarà trasferita e si svilupperà – nel senso che continuerà a crescere – a Lumumbashi (Congo) ed a San Paolo (Brasile); il risultato dell’esperienza sarà riassunto in un catalogo con edizione a Natale 2023. In immagine, la residenza “Lago mio”.

Previous articleNeoespressionismo, impronte germaniche alla “Art… on paper” di Paradiso
Next articleHockey Sl / “Play-off” nel segno del Kloten: 60 minuti al trionfo?