Home CONFINE Traffico di droga, due appenzellesi in manette a Dirinella-Zenna

Traffico di droga, due appenzellesi in manette a Dirinella-Zenna

Fra una ventina di possibili punti di valico fra Ticino e Lombardia prossimale, intendendosi Varesotto e Comasco, erano andati a scegliersi proprio quello di Zenna-Dirinella, forse credendo di incontrare minor livello di controllo rispetto al Gaggiolo o a Chiasso-Brogeda; pessima l’idea, ma pessima era del resto l’intera impresa, come entrambi potranno ora constatare dai ristretti delle loro celle, l’uomo ai “Miogni” di Varese e la donna al “Bassone” di Como: dovranno infatti rispondere entrambi di traffico internazionale di sostanze stupefacenti, essendo stati trovati 99 panetti di hascisc, per un peso attorno ai cinque chilogrammi, a bordo del “camper” con il quale stavano rientrando su suolo svizzero. In manette nei giorni scorsi – di oggi l’informativa – un 65enne ed una 40enne, indicati da fonti italiane come cittadini svizzeri con domicilio nel Canton Appenzello esterno, padre e figlia; la scoperta del carico, su prima indicazione di un cane antidroga operante per la Guardia italiana di finanza all’aeroporto della Malpensa, dopo trasferimento del “camper” in un’officina a Luino e smontaggio di parte dell’abitacolo; i panetti, suddivisi in cinque blocchi, erano stati alloggiati in un vano ricavato grazie a due superfici in legno compensato.

Articolo precedenteCovid-19, decessi ticinesi in doppia cifra nelle 24 ore. Confermate le restrizioni
Articolo successivoGraubünden: Junger Wolf in der Surselva von Auto überfahren