Home CRONACA Ticino, altre due vittime da Covid-19. Ed oltre mille morti in Svizzera

Ticino, altre due vittime da Covid-19. Ed oltre mille morti in Svizzera

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 13.29) Un’illusione di respiro, una falsa impressione di ritorno progressivo alla normalità dai dati odierni circa la diffusione della pandemia da Covid-19: di due sole vittime in più (due “sole”; in altre parole, altre due vite spezzate dal “killer” invisibile) nell’arco delle ultime 24 ore parlano stamane i portavoce dello Stato maggiore cantonale di condotta, sicché in Ticino sale a 229 il numero delle vittime, tutte nel volgere di un mese (il primo decesso, come si ricorderà, fu annunciato martedì 10 marzo, due settimane dopo la rivelazione del primo caso accertato di contagio). Il dato, di per sé largamente migliore rispetto alla media della stessa ultima settimana, è in realtà da relativizzarsi in funzione del periodo. Di un altro punto e mezzo percentuale sale invece la linea dei contagiati “ufficiali”, ben 42 in più, per un totale di 2’818; 27 in tutto i dimessi (occhio: il dire “Dimissioni” non equivale al dire “Guarigioni” nel senso comunemente inteso) dalle strutture nosocomiali, per un totale di 493 unità ovvero una ogni 5.72 ricoverati (vittime: una ogni 12.31 ricoverati). Preoccupazione per i quasi 70 pazienti tuttora in terapia intensiva (intubati, 88 per cento). Situazione aggiornata a stamane (11 Cantoni giù registrati su 26) sull’intero territorio svizzero secondo il portale www.corona-data.ch: drammatico ingresso in quarta cifra, 1’009 i morti, 162 in più i casi per un totale di 24’713; nel Canton Vaud, dove i riscontri sono ancora in appoggio a giovedì 9 aprile, il picco dei contagiati (4’424).