Home ECONOMIA Rimbalzo e volata finale, lo “Swiss market index” ritrova tracce di sorriso

Rimbalzo e volata finale, lo “Swiss market index” ritrova tracce di sorriso

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 21.10) Dopo lunga permanenza in cifra rossa, e di fatto con la sola e marginale eccezione del titolo “Lonza group Ag” già autore di una spettacolare risalita nell’arco di nove settimane (dai minimi della fase acuta covidiana, 301.00 franchi per azione alla data di lunedì 16 marzo, al massimo storico di martedì 25 maggio a 504.00 franchi per azione) e da un mese in galleggiamento attorno ai 500 franchi il pezzo, listino primario della Borsa di Zurigo in rimbalzo sufficiente al recupero della parità e con attestazione finale a 10’089.83 punti ovvero in progresso pari allo 0.68 per cento. Operatori disposti insomma a contrastare le tesi predominanti nella seduta precedente, quando pesante era stato il “sentiment” circa gli ormai consueti fattori di instabilità, dalla situazione finanziaria generale in vari Paesi “fragili” al rischio di protrazione del tempo di uscita dalla pandemia covidiana. Pesi massimi difensivi in chiara evidenza (“Roche holding Ag” il migliore, più 1.57 per cento, alle spalle di “Ubs group Ag” (più 2.30); ancora sofferente il lusso (“Compagnie financière Richemont Sa”, meno 0.82). Nell’allargato, “Sunrise Ag” (più 2.27) sui massimi da 13 mesi a questa parte; “splitting” portato a termine per il titolo “Metall Zug Ag”, che si presenta in perdita pari al 32.66 per cento essendo quotata da oggi – con stacco e conferimento gratuito equitativo – l’azione “V-Zug holding Ag”. Tendenza rovesciata anche sulle altre sedi primarie di contrattazione: Dax-30 a Francoforte, più 0.69; Ftse-Mib a Milano, più 0.37; Ftse-100 a Londra, più 0.38; Cac-40 a Parigi, più 0.97; Ibex-35 a Madrid, più 1.04. Progressi fra lo 0.21 e lo 0.54 per cento sugli indici di riferimento a New York. Euro ancora in discesa ed ora scambiato a 106.4 centesimi di franco.